Pompe per Emodialisi

Pompe per emodialisi

Overview Generale

Questo articolo ha lo scopo di fornire una panoramica sul processo di emodialisi e di dialisi peritoneale con un focus particolare su come funziona un circuito idraulico all’interno di una macchina da dialisi.

Di seguito un breve riassunto dei contenuti:

- i processi di dialisi peritoneale e di emodialisi;

- le pompe per emodialisi all’interno del circuito idraulico;

- le pompe per emodialisi Fluid-o-Tech.

I processi di dialisi peritoneale e di emodialisi

In una persona sana, i reni filtrano il sangue, estraendo le impurità ed espellendole dal corpo sottoforma di urina. I reni, sostanzialmente, rimuovono i rifiuti dal sangue e garantiscono il corretto equilibrio elettrolitico dell’organismo. Se questi non funzionano correttamente, è necessario ricorrere alla dialisi per sostituire questo processo.

Esistono due principali tipologie di trattamento dialitico:

1) Dialisi peritoneale
- È una tecnica che prevede l'applicazione permanente di un catetere in corrispondenza dell’addome del paziente per poi raggiungere l’interno della cavità peritoneale. Attraverso il catetere è introdotto un liquido (liquido di dialisi), composto da sali e glucosio. La membrana peritoneale, a sua volta a contatto con il liquido di dialisi, funziona come un filtro a osmosi, permettendo lo scambio di elettroliti e l’eliminazione delle tossine. Successivamente al periodo di contatto, il liquido viene scartato e sostituito con liquido fresco per un certo numero di cicli che normalmente coprono circa 8 ore di seduta
- Abitualmente essa avviene presso il domicilio del paziente preferibilmente nelle ore notturne
- L’efficienza è limitata dalle capacità filtranti della membrana peritoneale

2) Emodialisi
- La tecnica consiste nel collegare il paziente, mediante un accesso vascolare, ad un circuito che aspira il sangue tramite una pompa e lo spinge dentro uno speciale filtro che funziona da rene artificiale permettendo il passaggio delle scorie dal sangue al liquido di dialisi; superato il filtro, il sangue depurato ritorna nel corpo del malato attraverso un secondo ago cannula inserito, generalmente, nello stesso braccio. Il processo di estrazione del sangue, preparazione circolazione del liquido di dialisi viene gestita da apparecchiature complesse chiamate “dializzatori”
- Questo tipo di procedura dura circa quattro ore e si effettua tre volte a settimana presso ospedali o centri specializzati
- La rimozione di tossine uremiche è particolarmente efficiente anche per pazienti ad uno stadio di totale perdita delle funzioni renali

Pompe per emodialisi

In una macchina per emodialisi esiste un circuito ematico, destinato a far circolare il sangue del paziente attraverso le linee di circolazione extracorporea, ed un circuito idraulico, destinato alla gestione del liquido di dialisi.

In una macchina per emodialisi le pompe inserite nel circuito idraulico all’interno dell’apparecchiatura, hanno 4 funzioni principali:
- Pompa per la pressione - per fornire il liquido di dialisi al dializzatore (filtro)
- Pompa per lo scarico - per rimuovere la soluzione dializzata di scarto dal dializzatore. In questo caso serve il controllo preciso della velocità per ottimizzare il gradiente di pressione attraverso la membrana
- Pompa per il degassamento - per rimuovere le sacche d'aria dalla soluzione
- Pompa per il concentrato - per una erogazione precisa di elettroliti nel flusso del fluido al fine di ottenere e mantenere costanti le concentrazioni della ricetta clinica.

Le pompe funzionano durante l'intero ciclo di dialisi con un fluido ad una temperatura a 38° C per prevenire lo shock termico al paziente. La silenziosità della pompa è un elemento essenziale.
Le macchine per la dialisi vengono disinfettate dopo l'uso - tipicamente acido citrico e temperature di 95°- 120°C per almeno 20 minuti (a seconda della macchina).
La stabilità delle prestazioni, il mantenimento del vuoto e delle pressioni differenziali sono elementi fondamentali per il funzionamento del processo.

Pompe per emodialisi e pompe per degassamento
per emodialisi Fluid-o-Tech

La qualità chimica e biologica del liquido di dialisi è cruciale. L’acqua, appositamente trattata da apparecchiature di osmosi inversa viene filtrata, degassata e mescolata accuratamente con gli elettroliti per creare il liquido di dialisi, che successivamente entra in contatto diretto o indiretto con il paziente. Le pompe, le valvole e i sensori Fluid-o-Tech sono fondamentali per gestire con precisione e sicurezza i fluidi all'interno dei sistemi di dialisi.
Fluid-o-Tech è leader mondiale nella progettazione e produzione di pompe volumetriche e soluzioni fluidiche nel settore medicale. Offriamo soluzioni tecniche per tutti quei dispositivi in cui i parametri idraulici sono critici per i requisiti di sicurezza e di prestazione.
Siamo il partner ideale per sviluppare insieme ai nostri clienti soluzioni fluidiche da utilizzare nei dispositivi medici. Grazie alla nostra esperienza, know-how, impegno e passione portiamo ai pazienti la speranza di un futuro migliore.

Vuoi saperne di più? Hai un nuovo progetto e pensi a Fluid-o-Tech come possibile partner che possa affiancarti nello sviluppo? Allora non esitare a contattarci oppure compila il nostro INFORMATION FORM.

Richiesta di contatto

For any information fill free to contact us and a Fluid‑o‑Tech representative will contact you

CONTACT
Trova il prodotto Trova il prodotto Richiedi un preventivo Richiedi un preventivo Acquista campionatura Acquista campionatura Specifica di richiesta prodotto Specifica di richiesta prodotto Contatti Contattaci
Share Condividi: